header

PASSO TONALE VACANZA DA VIVERE

  1. alt

    SPECIALE MARZO
    (hotel 7 giorni MEZZA PENSIONE + 6 GIORNI SKIPASS
    dal 24.03 al 31.03

     € 495,00 

    supplemento pensione completa € 42,00 a persona

    Sconto per bambini chiamare in hotel direttamente

    Possibilità di aggiungere corso collettivo sci e snowboard

      PRENOTA

ItalianoDeutschEnglish
Fotogallery

Catalogo

Scaria o richiedi i nostri cataloghi

 

pdf Scarica in formato pdf

WebCam - Meteo

Le ricette della nonna

Albergo Sciatori vi offre le ricette di due piatti tipici trentini, mentre li preparate vi ritorneranno in mente i bei momenti trascorsi da noi.
Zelten Trentino
foto_8Imburrate ed infarinate leggermente una placca da forno. In una ciotola fate macerare l'uvetta sultanina ed i canditi nella grappa per un'ora circa. Snocciolate i datteri e tagliateli a listarelle piuttosto sottili.

In un tegamino portate ad ebollizione un dl di acqua e fatevi sciogliere il burro rimasto diviso a tocchetti, avendo cura di mescolare con un cucchiaio di legno.

In una ciotola lavorate le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto omogeneo. Unitevi poco alla volta la farina setacciata con il lievito, mescolando con un cucchiaio di legno. Quindi versatevi il composto di acqua e burro e mescolate finchè sarà ben amalgamato. Aggiungete infine l'uvetta sultanina ed i canditi scolati, i pinoli, le mandorle, i datteri, i gherigli di noce, la cannella, i chiodi di garofano ed incorporateli mescolando sempre con il cucchiaio di legno.

Stendete l'impasto allo spessore di 1 cm, oppure formate dei panetti. Adagiatelo sulla placca da forno, spennellatelo con il latte, mettete la placca in forno a 180° e fate cuocere lo zelten per 30 m. Sfornatelo e lasciatelo raffredare prima di servirlo.

I Canederli
foto_8Mettete in una scodella il pane raffermo tagliato a dadini di circa un centimetro, aggiungete le uova sbattute con un pizzico di pepe e uno di sale ed il latte, mescolate per bene e lasciate riposare per almeno due ore coprendo il tutto con un tovagliolo o uno strofinaccio.

Durante le due ore ricordate di mescolare di tanto in tanto il pane, facendo attenzione a voltare quello di sotto al di sopra, in modo che l'impasto assorba bene e in modo omogeneo dappertutto il liquido.
Infatti il pane deve diventare umido e morbido ma senza spappolarsi.

Dunque, trascorse le due ore, tagliate finemente lo speck e la cipolla e preparate un soffritto in olio extravergine d'oliva ed il burro.
Lasciate raffreddare il soffritto e, quando il pane sarà ammorbidito, incorporatelo all'impasto di pane insieme agli altri ingredienti: il prezzemolo tagliuzzato e pestato con la mezzaluna, la noce moscata, e, alla fine, cospargervi sopra la farina.

Mescolate il tutto con cautela e per bene e coprite il recipiente per almeno mezz'ora per far si che tutti gli aromi dei vari ingredienti si fondano dando origine al sapore tipico dei canederli.
Passata la mezz'ora, formate con questo impasto i canederli che dovranno avere un diametro di circa 8-10 centimetri.
Per evitare che il composto si appiccichi troppo alle mani, bagnatele in una scodella d’acqua che terrete accanto.

Una volta confezionati i canederli, li si fa rotolare su un piatto nella farina bianca e si tengono da parte.
Per quanto riguarda la cottura, ricordiamo che i canederli vanno cotti nel brodo bollente tutti insieme, quindi preparate il vostro brodo di carne e metteteci dentro i canederli per almeno 15 minuti a fuoco molto basso.
Quando verranno a galla, i vostri canederli saranno pronti. Servite in brodo oppure con burro fuso e salvia, naturalmente ancora ben caldi.